Abruzzo: Nuova scuola a Fossa

 

A quasi due anni dal violento terremoto che ha colpito l’Aquila e altre zone dell’Abruzzo, la Caritas è ancora accanto alla popolazione locale.

Nel comune di Fossa (AQ), sabato 26 febbraio 2011, alle ore 11.30, verrà inaugurata la scuola primaria e dell’infanzia, realizzata da Caritas Italiana con il contributo delle Caritas diocesane della Calabria e della Toscana. L’intero edificio sarà dedicato a “don Pino Puglisi”.

 

Su un ampio terreno, è stata costruita per un costo complessivo di 2.390.000 euro una scuola che ospita 2 sezioni di scuola dell’infanzia, 5 classi di scuola primaria, accoglienza, uffici, palestra con spogliatoi, laboratori, infermeria, cucina e mensa, direzione, sala attività libere, servizi, locali tecnici.

 

La struttura, oltre a garantire la sicurezza e la serenità dei bambini accolti, costituirà un punto di riferimento per la ricostruzione del tessuto comunitario. Al suo interno si potranno realizzare anche attività socio-culturali e aggregative.

 

L’inaugurazione si aprirà con la benedizione, a cui faranno seguito il saluto di S.E. Giuseppe Molinari, arcivescovo di L’Aquila, e il benvenuto di Luigi Calvisi, sindaco di Fossa. Previsti gli interventi di S.E. Mons. Riccardo Fontana, arcivescovo di Arezzo-Cortona-Sansapolcro, e di S.E. Mons. Luigi Antonio Cantafora, vescovo di Lamezia Terme. Dopo il saluto di Lucia Di Giulio, dirigente scolastico, la conclusione sarà affidata ai bambini che hanno preparato uno spettacolo e al coro parrocchiale di Fossa.

 

Dopo il terremoto che il 6 aprile 2009 ha distrutto L’Aquila, Caritas Italiana si è subito mobilitata a favore della popolazione colpita, d’intesa con la Diocesi, con le Delegazioni regionali delle Caritas di tutta Italia e con le comunità locali.

 

Finora sono stati spesi più di 20 milioni di euro. Oltre aiuti d’urgenza e progetti sociali, sono 25 le strutture realizzate, grazie alla raccolta indetta dalla Cei in tutte le parrocchie e alla generosa risposta di moltissimi offerenti. Si tratta di scuole, centri di comunità, strutture di edilizia sociale e abitativa, strutture socio-caritative, ripristino e consolidamento spazi parrocchiali. Nei prossimi mesi verranno realizzate altre 18 strutture per quasi 14 milioni di euro.

Facebooktwittergoogle_plus