Caritas verso la Giornata dei poveri: i dati dei servizi

Il 19 novembre la Chiesa celebrerà la prima Giornata mondiale dei poveri, istituita da papa Francesco. Egli, nel suo messaggio in vista della Giornata, scrive:

“Siamo chiamati, pertanto, a tendere la mano ai poveri, a incontrarli, guardarli negli occhi, abbracciarli, per far sentire loro il calore dell’amore che spezza il cerchio della solitudine. La loro mano tesa verso di noi è anche un invito ad uscire dalle nostre certezze e comodità, e a riconoscere il valore che la povertà in sé stessa costituisce”.

La Chiesa di Grosseto, attraverso Caritas, si prepara a questa giornata, con alcune iniziative volte a provare ad accogliere questa “mano tesa” dei poveri. Oggi il vescovo Rodolfo e il direttore di Caritas don Enzo Capitani hanno presentato il dossier con i dati dei vari servizi di Caritas, per fotografarne l’andamento dal 2012 ad oggi, ma soprattutto per ridire qual è la radice su cui poggia l’impegno della Chiesa nei confronti dei poveri.

I dati che vengono presentati, all’inizio di un nuovo anno pastorale, mettono in evidenza tante altre fragilità del territorio, che sono ben chiare alla Chiesa di Grosseto, desiderosa di restare fedele al Vangelo e alla testimonianza del diacono e martire san Lorenzo, patrono di questa Diocesi e di questa Città, che ha posto al centro della sua missione e del suo servizio i poveri, considerati i veri e unici tesori della Chiesa.

I numeri non sono sufficienti a raccontare le fragilità. Ecco perché il dossier viene presentato suddividendo i vari ambiti di intervento collegandoli a quanto il Vangelo chiede a ogni credente di fare nel famoso passo evangelico del Giudizio finale.

“La povertà – ha detto il Vescovo in apertura di conferenza stampa, rifacendosi al Messaggio di papa Francesco per la Giornata dei poveri – è un problema, ma in uno sguardo di fede è anche una occasione, perché attraverso i poveri tocchiamo la carne viva di Cristo. La Caritas è il volto della Chiesa che si esprime con questo stile, cercando di essere fedele alla testimonianza che ci arriva dal patrono san Lorenzo, che mostra i poveri come gli unici tesori della Chiesa, perché provocano la nostra umanità”.

“La Caritas – ha commentato il direttore don Enzo Capitani presentando i dati – ha scelto di assumere lo sguardo di chi va oltre le apparenze e si prende a cuore delle ferite che spesso sono invisibili. E’ da qui che scaturiscono tante delle iniziative e dei progetti messi in piedi per rispondere a nuove fragilità, che ci dicono l’urgenza di promuovere la dignità di ogni persona”.

***

 

 

“Avevo fame, avevo sete ero nudo e mi avete dato da mangiare, mi avete dato da bere, mi avete vestito”

Mensa

  2012 2013 2014 2015 2016 2017*
Pasti erogati 22775 28466 28676 30281 30073 19589
Persone assistite 849 924 915 996 990 743
Uomini 729 837 827 865 124 654
donne 120 87 88 131 866 89

 

*al 30 settembre 2017

 

Emporio

  2013 2014 2015 2016 2017*
Famiglie assistite 46 158 134 119 111
persone assistite 161 553 469 417 389
Uomini 76 246 225 194 185
Donne 85 85 244 223 204

 

*al 30 settembre 2017

Vestiario/Docce

  2012 2013 2014 2015 2016 2017*
Docce erogate 3926 4106 3939 3644 3300 2144
Prestazioni vestiario erogate 5698 5938 5953 5598 5670 4484
Persone assistite 671 651 702 592 631 543
uomini 170 404 433 201 373 343
donne 501 247 269 391 258 200

 

*al 30 settembre 2017

 

 

 

Pacchi viveri

2012 2013 2014 2015 2016 2017*
Pacchi erogati 458 762 974 718 539 380
Persone assistite 161 239 201 156 104 97
Valore economico 6870 euro 11.430 euro 14.610 euro 10.770 euro 8.085 euro 5700 euro

 

*al 30 settembre 2017

 

“NON C’ERA POSTO PER LORO NELL’ALBERGO”

Ospitalità ed accoglienza

  1. Progetto Famiglie Solidali

Dal 2012 al 2017 sono 18 le famiglie che hanno usufruito di appartamenti messi a disposizione dalla Caritas diocesana. Le famiglie sono composte in media da 4 persone

 

  1. Casa di Elia per padri separati

Dal 2015 ad oggi il progetto ha accolto e ospitato 5 uomini in difficoltà abitativa

 

  1. Contributi anti-sfratto

45 le famiglie sostenute dal 2012 al 2017. Il contributo versato all’Epg ammonta a 31mila euro

 

  1. Residenza presso la Caritas
  2012 2013 2014 2015 2016 2017*
Persone residenti 3 17 50 79 141 179
uomini 3 16 41 65 112 141
Donne 0 1 9 14 29 46

 

*al 30 settembre 2017

 

“ERO CARCERATO E SIETE VENUTI A TROVARMI”

 

Progetto “Sentieri di giustizia”-lavori di pubblica utilità/misure alternative

 

  2012 2013 2014 2015 2016 2017*
Richieste accesso LPU 13 16 13 19 32 30
Beneficiari misura 6 12 9 12 15 11
Uomini 6 10 9 11 12 7
Donne 0 2 5 1 3 4
             

 

*al 30 settembre 2017

 

“ERO MALATO…”

Centro di accoglienza-visite mediche

  2012 2013 2014 2015 2016 2017*
Visite mediche 170 182 220 230 315 212
Persone assistite 47 62 73 73 83 79

 

*al 30 settembre 2017

Dal 2014 acquistati farmaci per un valore complessivo di 47.929,53 euro

 

NUOVE POVERTA’ (lavoro, sostegno psicologico, microcredito, ascolto, colloqui)

  2012 2013 2014 2015 2016 2017*
Persone assistite 849 1042 1125 1164 1164 864
Uomini 412 497 503 503 503 430
Donne 437 545 622 622 622 434
Contributi erogati 12.000 euro 24.000 euro 24.000 euro 24.000 euro 24.000 euro 18.000 euro

 

*al 30 settembre 2017

 

Microcredito RT e Prestito della speranza

  2013 2014 2015 2016 2017
Prestito speranza/Famiglie assistite 6 1      
Importo erogato 30.000 euro 5000 euro      
           
Microcredito   68 6 64 6
Importo erogato   155.745 euro 16.245 euro 141.500 12.500

 

 

Centro di aiuto psicologico

Aperto il 28 ottobre 2016, finora ha preso in carico 19 persone (11 donne; 8 uomini), di cui 4 adolescenti con relative famiglie

 

INTERVENTI DEL DIRETTORE DI CARITAS

  2012 2013 2014 2015 2016 2017*
Famiglie assistite 249 261 194 204 267 157
Contributi erogati 20.412,45 euro 24.976,15 euro 18.512,74 euro 20.000 euro 20.000 euro 14.500 euro

 

*al 30 settembre 2017

Facebooktwittergoogle_plus