Centro di Accoglienza Caritas Grosseto: i dati del 2011

In poco più di un anno e mezzo gli ospiti della mensa dei poveri della Caritas in via Alfieri sono aumentati in modo significativo: da 20.680 nel 2010 a 23.419 nell’anno appena concluso, un trend che sembra destinato ad aumentare col tempo.

Circa 6.000 distribuzioni di indumenti, 4.000 docce, oltre 200 visite mediche e 500 pacchi viveri che sono andati ad integrare il prezioso lavoro delle Caritas Parrocchiali.


I dati sono stati forniti dal Responsabile del Centro di Accoglienza, Luca Grandi, il quale associa ai freddi numeri (ma significativi) anche volti e categorie sociali.

«Quotidianamente – precisa – nella struttura di via Alfieri transitano oltre 100 persone al giorno che nei turni della mattina e del pomeriggio usufruiscono dei servizi come la mensa, distribuzione vestiario, docce, infermeria, centro di ascolto e distribuzione pacchi viveri. Fino a meno di cinque anni fa il contesto era diverso. Gli ospiti che chiedevano un pasto caldo erano circa quaranta al giorno e spesso stranieri».

Oggi, invece, non è più solo l’immigrato a presentarsi nel refettorio. Ci sono anziani, pensionati che non riescono ad arrivare alla fine del mese, cittadini che hanno perso il lavoro e persino persone con problemi familiari complessi.

«In questo impegnativo lavoro quotidiano – continua Luca Grandi – c’è la disponibilità delle tre giovani che prestano il Servizio Civile Regionale nelle nostre strutture. Attraverso il progetto “Cittadinanza Creativa” e la collaborazione con le scuole superiori della città, un buon numero di giovani studenti hanno la possibilità di svolgere ore di volontariato, conoscendo realtà che mai avrebbero incontrato.

Nel periodo delle festività Natalizie, abbiamo riscontrato, con piacere, la disponibilità come volontari di giovani che hanno offerto il loro tempo, in particolare nel servizio mensa».

A cura della Caritas Diocesana

Facebooktwittergoogle_plus