Da Acli e Fap Acli riconoscimenti a sette volontari e operatori della Caritas di Grosseto

Questa mattina, nella sala “San Lorenzo” del Palazzo vescovile di Grosseto, si è tenuta la conferenza stampa-cerimonia di consegna, da parte delle Acli con la Federazione dei pensionati, di riconoscimenti ad alcuni volontari ed operatori della Caritas diocesana di Grosseto.

“L’iniziativa – ha spiegato Luciano Manganelli, vice presidente Fap Acli – è la prima di questo tipo. Stiamo, infatti, lavorando per istituire un riconoscimento annuale da assegnare a quelle realtà del volontariato locale il cui impegno è fondamentale per assicurare servizi ed aiuto agli altri. Abbiamo scelto di iniziare dai volontari della Caritas diocesana di Grosseto, che da anni opera quotidianamente nell’ombra”.

Alla cerimonia sono intervenuti il vescovo Rodolfo; il presidente provinciale delle Acli Riccardo Cinelli; il vice presidente e presidente del Patronato Pier Carlo Pennacchini; il consigliere della Fap Acli Alberto Torchi; il direttore della Caritas don Enzo Capitani.

I riconoscimenti sono stati assegnati a 7 operatori Caritas, in rappresentanza di tutti i volontari che quotidianamente prestano la loro opera e offrono il loro tempo in tutti i settori e i servizi di Caritas:

  • Luca Grandi, vice direttore di Caritas diocesana
  • Silvia Tonini, responsabile del Centro di ascolto
  • Anna Maria Piras, responsabile del guardaroba
  • Loredana Sauna, responsabile dell’Emporio della solidarietà
  • Virginia Roberto, responsabile del progetto “Famiglie solidali”
  • Massimiliano Tulipano e Sara Vegni, giovani volontari

“E’ importante – ha sottolineato il vescovo Rodolfo nel suo saluto – che il riconoscimento sia rivolto alle persone, perché ogni realtà vive, funziona solo se persone concrete vi si dedicano con passione, impegno, costanza. Ed è quello che accade in Caritas”.

Per Carlo Pennacchini ha ribadito il ruolo e la presenza delle Acli sul territorio, oggi caratterizzato dai circoli, ma soprattutto dai servizi che vengono erogati. “E proprio i nostri servizi ci hanno permesso di intessere un solido legame di collaborazione e vicinanza con la Caritas di Grosseto”.

Da parte sua don Enzo Capitani ha espresso la gratitudine di tutti gli operatori e volontari Caritas per l’attenzione delle Acli e per il riconoscimento assegnato sottolineando il valore della collaborazione, della vicinanza, della corresponsabilità nel far fronte non solo ai bisogni materiali, ma a tutte le forme di disagio che oggi si manifestano anche sul nostro territorio.

A don Enzo Capitani, in qualità di direttore Caritas, è stata consegnata una targa; ai volontari una medaglia ciascuno.

Facebooktwittergoogle_plus