Il successo della Raccolta di San Lorenzo

Oltre tre tonnellate di cibo raccolto, cinquanta volontari tra ragazzi del servizio civile, operatori Caritas, rappresentanti delle parrocchie; un migliaio di buste utilizzate e 150 scatole; più di 3mila depliant distribuiti. Se la «Raccolta di San Lorenzo» la si volesse raccontare per dati, questi sarebbero i numeri che descrivono il successo di una iniziativa che per il secondo anno consecutivo ha arricchito di significato ulteriore le feste laurenziane.

Promossa dalla Diocesi, si è sviluppata lungo due direttrici: da una parte la raccolta in generi alimentari per l’Emporio della solidarietà della Caritas, dove 120 famiglie, che versano in condizioni di indigenza, hanno la possibilità di fare settimanalmente la spesa gratuitamente, esercitando il diritto alla scelta; dall’altra la raccolta in denaro per sostenere la comunità cristiana di Aleppo ed in modo particolare la parrocchia di San Francesco. La raccolta alimentare quest’anno ha avuto la sua giornata clou sabato 8 agosto, quando in tre supermercati Conad e in due supermercati Simply, i volontari hanno coinvolto la gente nell’iniziativa, distribuendo materiale informativo e raccogliendo, all’uscito, quanto donato. Non è stato tutto facile, nè sono mancate risposte di rifiuto, a volte anche di fastidio, per la richiesta di contribuire ad aiutare i poveri, ma il risultato finale è andato davvero al di là delle aspettative. La raccolta si è svolta, contemporaneamente, anche all’ingresso del palazzo vescovile, dove è andata avanti anche nella giornata del 9 e nella mattinata del 10 agosto.

Facebooktwittergoogle_plus