Perché un Osservatorio

L’Osservatorio delle Povertà e delle Risorse (OPR) è uno strumento specifico della pastorale diocesana, in carico alla Caritas, per osservare la realtà, nell’ottica dell’amore preferenziale per i poveri.


Per raggiungere questo fine deve saper cogliere, soprattutto attraverso l’osservazione ed il rilevamento dati nei luoghi di relazione e di servizio caritativo diocesani (Centri di Ascolto, Centri di accoglienza, ecc.) le mutazioni dei fenomeni e suggerire in anticipo alla comunità ecclesiale e civile modalità per ridurre il rischio di povertà.

L’Osservatorio delle Povertà e delle Risorse è stato proposto ufficialmente dalla Cei alla Chiesa italiana nel corso del 2° convegno ecclesiale nazionale “Riconciliazione cristiana e comunità degli uomini”, svoltosi a Loreto nel 1985: “un osservatorio permanente, capace di seguire le dinamiche dei problemi della gente e di coinvolgere direttamente la comunità ecclesiale in modo scientifico, non dovrebbe mancare in nessuna chiesa locale”. (CEI, “La Chiesa in Italia dopo Loreto”, n. 22)

 

Nella nostra diocesi l’OPR è nato nel 2009, su stimolo e proposta della Caritas Diocesana, con un gruppo di Volontari e Operatori, competenti in varie aree e discipline.

Il nucleo dell’OPR è costituito da un incaricato e da alcune persone, si muove secondo le caratteristiche della diocesi.

L’ OPR diocesano è coinvolto nel Progetto “Rete Regionale Centri di Ascolto – Osservatori delle Povertà e delle Risorse”, promosso dalla Delegazione delle Caritas Toscane.

Referente Diocesano:Dott.ssa Morandi Sabrina

 osservatorio@caritasgrosseto.org

Facebooktwittergoogle_plus